North Division 2nd ROUND: Napoli vince, il concentramento di Caserta.

Tutto nell’ultima gara, si decide tutto nell’ultimo inning dell’ultima gara. Un fuoricampo di D’Addio porta a Napoli il primato della Division e la vittoria finale del concentramento.  Sarebbe limitativo racchiudere il concentramento in una sola azione, in mezzo c’è tanto altro: Caserta, in crescita con meccanismi sempre più rodati, un gioco solido capace di piegare le due pugliesi del girone. Foggia, che, pur perdendo due gare, ha messo in campo tutta l’esperienza e la solidità mostrata nel primo concentramento e un Bari che torna ancora a bocca asciutta ma che ha ritrovato Debellis sul monte e un interbase di grande solidità.

GARA 1 – Il Derby campano. Caserta e Napoli si ritrovano faccia a faccia per l’ennesima volta. L’avvio dei Brewers mette pressione a Napoli che parte subito sotto 2-0. Laudisio dal monte mette in crisi gli attaccanti napoletani che restano a secco fino al quarto inning (0-2). Si inizia a ballare caraibico: Jimenez e Carrasco suonano la carica dei partenopei, Migliozzi guida alla perfezione la batteria degli esterni, è il break decisivo. Nel rush finale Napoli chiude 5-2.

GARA 2 –  Il Derby del Tavoliere. Bari e Foggia si sfidano per la seconda volta nella Division, Sono gli Embers a partire forte piazzando subito un parziale di 4-0 e sfruttando qualche imprecisione dell’attacco barese. I Warriors lottano fino alla fine; una battaglia serratissima che vede prevalere le difese sugli attacchi, con i foggiani capaci di gestire il match fino alla fine conservando i 4 punti di vantaggio.

GARA 3 – Il Riscatto. L’entusiasmo dei Brewers è contagioso e trascina tutto il pubblico accorso al diamante, casa dell’Academy Caserta Softball. Il Roster di Claudio Stefanelli non ha nessuna intenzione di abdicare, ne viene fuori una gara bellissima e ricca di emozioni. Il primo inning con i casertani in vantaggio di un punto (2-1), Strappo dell’attacco Brewers nel secondo parziale di gioco con Valdes ed Hernandez che spingono sul 6-1 Caserta. Un colpo pesantissimo che avrebbe affondato tutti, tutti tranne gli Embers che alzano l’intesità di gioco. Caserta regge nel terzo (2-2), ma è costretta a subire nel quarto le bocche di fuoco di Stefanelli che chiudono 0-4. Il limite di tempo premia i padroni di casa (8-7), regalando a Scotto e compagni il primo sorriso di giornata.

GARA 4 – La voglia di vincere. Al ritorno in campo, Napoli gira un po’ gli uomini a disposizione nella seconda gara mescolando un po’ le carte in vista della gara decisiva contro Foggia. Ancora una volta per il roster barese è fatale il primo inning: subito sotto 0-4, il Napoli Baseball Softball concede davvero poco in difesa e riesce sempre a sbrigare le situazioni più critiche. I Warriors ci provano, ma alla fine il tabellone dirà 7-0 in favore dei Partenopei.

GARA 5 – La conferma. Dopo la vittoria contro gli Embers, Caserta non ha nessuna intenzione di fermarsi. Di fronte I Warriors che, con calma, ritrovano lo spirito sereno che li ha sempre contraddistinti.  Ancora una volta fatale il primo inning, Valdes e compagni sono subito avanti 4-0,due inning di ottime difese dove gli ospiti tengono testa al roster casertano.  Nel quarto i Brewers subiscono i primi 3 punti del roster barese del concentramento. I ragazzi di Lieto non ci stanno e piazzano un attacco fermato solo dal limite di punti per inning fissando il punteggio sul 3-8 finale.

GARA 6 –  La sottile linea che separa il successo dalla sconfitta. Tutto in gioco fino a gara 6, le prime 3 posizioni si decidono, così, tutte nell’ultima sfida tra Napoli e Foggia, con Caserta spettatore interessato del match. Partenza di stampo partenopeo subito 2-1. Stefanelli ha distribuito bene i suoi giocatori, gli Embers hanno forze fresche in campo e si fanno sentire nel secondo inning con un parziale pesante di 0-4 (2-5). Il Napoli Baseball Softball prova a riaprire la contesa nel  terzo parziale di gioco portandosi in parità. Situazione di equilibrio che dura il tempo del cambio di campo: Foggia è forse la squadra tatticamente più preparata della Division e piazza tre valide che portano l’inning in parità e i pugliesi di nuovo avanti (4-7). A spia della benzina accesa, Napoli sente però il profumo della vittoria: Carrasco arriva in prima, Jimenez segue il connazionale per base intenzionale, arriva il sacrificio di Vallefuoco che fa avanzare in base i due dominicani. Leone trova un a velenosa da 2 basi che porta a casa i due dominicani. Nichols arriva in base,  E Galdiero porta a casa Leone per il 3-0. Con due out Tocca a D’Addio chiudere i conti con un colpo impressionante. Esplode così la festa partenopea che si porta in testa alla Division.

CLASSIFICA DOPO 2 CONCENTRAMENTI

NAPOLI  BASEBALL SOFTBALL   14; FOVEA EMBERS  12; CASERTA BREWERS  10; WARRIORS BARI  4.

Antonio Vallefuoco

Ufficio Stampa FIBS Campania e Basilicata

1 Commento

  1. È stata una bella giornata di sport. Complimenti a Tutti e grazie ai Brewers per l’organizzazione della giornata.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*