West Division 1st ROUND: Caserta festeggia la riapertura dello Stadio del Baseball, Napoli vince la prima tappa.

Ricordi indelebili, emozioni forti nella giornata di domenica 14 al San Clemente: Caserta è “casa base” del baseball campano; uno stadio di baseball, unico nel suo genere che il movimento casertano, con l’aiuto dei praticanti campani, sta cercando di riportare a nuova vita.  Dopo il buio, un raggio di sole ha squarciato il torpore degli ultimi anni, come il sole ha aperto le nuvole nel pomeriggio casertano per illuminare il gran finale del primo concentramento della West Division.

Davanti ad un folto pubblico accorso a sostenere la squadra di casa, Bulls Acerra e Reggia Caserta -entrambi esordienti nella Lega- aprivano le danze in mattinata. I “Tori granata” partivano subito forte, guidati dal solito Garranchan e da una parte iniziale di Lineup capace di mettere in crisi i meccanismi difensivi dei padroni di casa non ancora ben oleati. Mimoto teneva a bada le mazze “Reggia” concretizzando un vantaggio di 2 punti nei primi due inning, Il roster casertano rimaneva a contatto e piazzava l’aggancio nel terzo inning (4-4). I Bulls piazzavano un’altra incornata nell’attacco del quarto grazie anche all’out in tuffo di Querales che limitava i danni a basi piene. Caserta non si perdeva d’animo e piazzava un parziale di 6-2 nei 2 inning seguenti che chiudevano di fatto la gara (9-12).

 

Napoli faceva il suo esordio nell’edizione 2019 contro i Bulls Acerra in gara 2. Partenza razzo di Galdiero e compagni, guidati dall’asse centro-nord Americano Ortiz-Jimenez-Nichols. Difesa ordinata e un attacco deciso consentivano ai partenopei di dilatare ulteriormente il divario (15-2).  Acerra, che aveva speso tutte le energie nervose in gara uno, raccoglieva tutte le sue forze e reagiva di rabbia nel quinto inning chiudendo l’attacco con quattro punti segnati. Napoli assorbiva il colpo e rispondeva con un attacco super e due difese decise per il 19-6 finale.

Reggia Caserta -Napoli Baseball Softball diventava così decisiva per assegnare la vittoria finale del primo concentramento. Primo inning tiratissimo con le difese che prevalevano sugli attacchi, Napoli muoveva per primo il punteggio portandosi in vantaggio (0-2). Roberto Tejeda, OF del Reggia Caserta, apriva l’Home Run Derby tutto centroamericano (ben 3 in finale, 2 di Reggia e uno di Napoli) mettendo a tabellone i primi 2 punti per i padroni di casa. Ortiz suonava la carica sparando oltre la recinzione e riportando i suoi in vantaggio di 2 punti (2-4). La partita risultava equilibrata e le due squadre restavano a contatto fino al rush finale: Caserta trovava dal suo Lineup una serie impressionante di valide e limitava l’attacco Napoletano ad un solo punto, portandosi, prima in parità alla fine del sesto e poi in vantaggio nel settimo parte alta (9-8). I partenopei nell’ultimo attacco riempivano le basi, costringendo Caserta a forzare il gioco a casa. Il Sacrificio di Riccardo Iovinelli per il Run di Amura regalavano la vittoria al Napoli Baseball Softball (9-10).

Al termine della giornata grandi sorrisi da parte di tutti i partecipanti, è stata una giornata di grande sport, nella speranza di rivedere presto il Diamante di San Clemente colmo di appassionati.

Prossima tappa della West Division in casa Bulls  il 12 Maggio.

Antonio Vallefuoco

Ufficio Stampa FIBS Campania e Basilicata   

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*